ACTING NEWS – Ultimi ciak per “Fallo!”

ACTING NEWS – Ultimi ciak per “Fallo!”

Maggio 14, 2003 0 Di Raffaella Ponzo

PRODUZIONE/LUNGOMETRAGGI
SUL SET
Ultimi ciak per “Fallo!”
Con Tinto va in scena l’eros ad episodi
A pochi chilometri da Roma, Tinto Brass sta terminando di girare il suo nuovo film ad episodi dal titolo “Fallo!”. La pellicola, prodotta da Renata Rainieri uscirà nelle sale cinematografiche nel mese di settembre.

“Alibi”, A sta a B”, “2 cuori & 1 capanna”, “Botte d’allegria”, Non lungo che tocchi”, Dimme porca che me piaze”. Questi sono i sei episodi che compongono il nuovo film di Tinto Brass dal titolo “Fallo!” le cui riprese si stanno ultimando vicino Roma. Prodotto dalla Italgest Video, il film è destinato ad essere un vero e proprio evento, visto che è la 25ma opera del regista veneziano che proprio quest’anno compie 70 anni. Un kolossal del sesso lo definì Brass qualche giorno prima di battere il primo ciak, in effetti i sei episodi, in fase di montaggio le storie potrebbero anche intrecciarsi, si compongono di “disincantate e boccaccesche schermaglie amorose di coppie” come ama sottolineare Brass.
Per l’occasione, il regista de “La chiave” ha chiamato a raccolta una trentina di interpreti, poco vestiti, che ruotano intorno alle storie di Sarah Cosmi, Silvia Rossi, Raffaella Ponzo, Angela Ferlaino, Maruska Albertazzi, Federica Palmer, tutte belle e giovanissime e con un back ground culturale che forse non ti aspetti: Chi è laureata, chi laureanda, chi un broker di borsa, chi diplomata in musica, ma tutte “innamorate” del personaggio Tinto Brass: “E’ straordinario – dicono in coro – un personaggio unico nel suo genere che rende naturale qualsiasi scena che stai per interpretare. E poi è ironico, scherza continuamente, la cosa che ci piace di più è che racconta il sesso con estrema ironia”.
Tornando a “Fallo!”, il maestro ha sottolineato come questo sia stato il film più gioioso da lui diretto “sfido chiunque ad essere triste su un set del genere con 36 chiappe davanti agli occhi”. Un film ad episodi, un modo diverso di raccontare l’eros che a Tinto è piaciuto molto: “Trovo che sia più agile girarlo con questa tecnica. Per esempio sono affascinato da un prodotto come ‘Un posto al sole’ dove si va avanti, con vari intrecci, a piccoli passi, è una tecnica più moderna che trovo molto stimolante”.    (PUGLIELLI)